Recensione:Redeem di Nancy Ward

Prezzo kindle: 2,99 €

Trama:

Jennifer Waire, è una donna indipendente, sicura di sè, che non si lascia travolgere dalle emozioni, anzi, preferisce tenersi alla larga dagli uomini, specialmente da uno: David Balistreri. Un uomo che, proprio l’anno precedente, l’ha rifiutata al primo appuntamento.
Pur di averlo lontano da lei, Jen stringerà un patto: deve fingersi la sua fidanzata in Italia e reggere il gioco, in cambio chiederà di non rivedersi mai più.
David Balistreri è un uomo d’affari, dirigente della Technologies Industries insieme al suo caro amico Trevor Howard. Dopo un anno difficile, incontra nuovamente Jennifer, e sa bene, intravedendolo dai suoi occhi, che lei è ancora offesa da quella cena.
Due persone che vogliono sempre avere l’ultima parola l’uno sull’altro.
Lei non sopporta lui; lui non capisce lei.
Lei vuole solo portare a termine un affare di lavoro; lui, invece, un affare di famiglia.
Hanno poche cose in comune, ma una è ben chiara tra i due: nè Jen nè David vuole impegnarsi in una relazione; nessuno dei due vuole legami duraturi.

Recensione:

Oggi vi parlo di “Redeem” di Nancy Ward.

Ringrazio l’autrice per la fiducia riposta in me e per la disponibilità.

Prima di iniziare voglio fare una piccola premessa: quando ho aperto questo blog, mi sono ripromessa di essere sempre sincera. Questi libri hanno un costo e il mio compito è parlare con schiettezza dei prodotti. Non posso permettermi di consigliare ciò che non mi è piaciuto.

Ci tengo, tuttavia, a precisare che nessuna delle mie considerazioni è volta ad insultare l’autrice o a denigrare il suo lavoro, si tratta semplicemente della mia opinione.

Inizialmente la storia di Jennifer e David mi è sembrata carina, anche se un po’ comune. I due, dopo un primo appuntamento disastroso, si rincontrano per motivi lavorativi. Da questo momento in poi, la storia prende una piega decisamente irrealistica e stereotipata. Vi faccio un piccolo esempio per dare fondamento a quello che sto dicendo: David propone a Jennifer di andare in Italia con lui e di fingere di essere la sua fidanzata, i due l’indomani partono.

Io capisco che i romanzi rosa servano a far sognare, ma perdono di valore quando ad essere descritte sono situazioni eccessivamente irrealistiche.

Altra cosa che non mi è piaciuta è il fatto che Jennifer, precedentemente descritta come una donna forte e del passato difficile, dopo due giorni ceda alle avances di David, che dichiarava di odiare.

Inoltre il tutto è descritto in modo troppo veloce per i miei gusti. L’autrice non si sofferma particolarmente nel descrivere le situazioni, essendoci una prevalenza di dialoghi.

Il modo di scrivere di Nancy non è particolarmente scorrevole. La mia mente non ha fatto altro che pensare a quali parole sarebbe stato meglio sostituire.

Ovviamente ci sono anche degli aspetti che mi hanno colpita in positivo. Per esempio ho adorato il personaggio di Sophie, la migliore amica di Jennifer.

Mi sono piaciuti molto anche i parenti di David, con i loro modo di fare accogliente e caloroso.

Voglio evitare di spoilerarvi troppo, quindi mi fermo qui.

Io sono certa che l’autrice abbia messo impegno e passione in quest’opera. Purtroppo non sono riuscita ad apprezzare questo libro come mi aspettavo. Spero di non essere risultata irrispettosa nei suoi confronti. Ho scritto questa recensione con l’intenzione di essere utile, mostrando sia i punti di forza che i difetti di Redeem.

Il mio voto è: 5/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...