Recensione “Margherita e punto “

Prezzo: 8,50€

Numero pagine: 47

Trama:
Questa non è una favola per bambine!
O meglio, non per le bambine cui stai pensando, quelle che saltano nelle pozzanghere, si sbucciano le ginocchia, strillano e fanno i capricci. E nemmeno quelle occhialute che se ne stanno sedute in un cantuccio, con un libro da colorare tra le mani.
Questa è una favola per la bambina che è dentro di te, quella che ne ha viste tante, ne ha passate tante, e ad ogni brutto colpo è sopravvissuta. Quella che per proteggersi ha cercato un nascondiglio in fondo al cuore e vi si è rannicchiata. Quella che si mette le mani sugli occhi, per non assistere alle brutture del mondo che la circonda.
Ecco, questa favola è per quella bambina, e se avrai la voglia, la pazienza e la costanza per arrivare fino in fondo a queste pagine te ne accorgerai… oh sì che te ne accorgerai, e finalmente la vedrai tornare a sorridere.

Recensione:

Buongiorno readers. Oggi sono qui per parlarvi di “Margherita e punto “, una delle mie ultime collaborazioni. Ci tengo a ringraziare l’autrice per la fiducia riposta in me e per avermi omaggiato di questo bellissimo libro.

In sole quarantasette pagine vengono affrontate tematiche importantissime, in modo delicato e piacevole.

Margherita non è una bambina come tutte le altre, non ha inclinazioni, il suo nome è la sua unica etichetta.

Crescendo, il fardello di un’infanzia trascorsa a rincorrere gli altri le pesa ancora sulle spalle. Vive storie d’amore tormentate, arriva a dubitare del suo valore.

Un giorno, tuttavia, si troverà ad iniziare una nuova vita, l’opportunità di essere finalmente felice.

Come dice la stessa autrice, ogni favola che si rispetti deve avere una morale. In questo caso essa risulta più chiara che mai: non bisogna aver paura di essere sè stessi, ci sarà qualcuno pronto ad amarci per quelli che siamo.

Sono rimasta incantata da questa breve e meravigliosa opera. Non posso far altro che invitarvi a leggerla, ne vale davvero la pena.

Voto: 9/10

Recensione di “Nenèss” di Laura Pacchioni.

Prezzo:11€

Numero pagine:333

Trama:
Vita, amori, pensieri, speranze di Neness, una ragazza italiana che vive a Londra. Dalla sua enoteca passano e si intrecciano i personaggi di questo romanzo, dando vita a storie spumeggianti e appassionanti.

Recensione:

Buongiorno readers. Sono così felice di potervi finalmente parlare di “Nenèss ” di Laura Pacchioni. Parto, come sempre, con il ringraziare l’autrice per l’opportunità e la fiducia.

Nenèss è una giovane donna italiana che vive a Londra, patria del suo cuore.

Ha tutto ciò che si potrebbe desiderare: un lavoro che ama, un fidanzato premuroso e degli amici speciali.

Tuttavia, le cose iniziano ad incrinarsi quando Paul, suo compagno da un anno, le chiede di andare a convivere.

Nena, così chiamata dagli amici, è uno spirito libero, non ha nessuna intenzione di mettere fine alle sue allegre serate con l’amica Sandra.

Inoltre, la nostra protagonista farà la conoscenza di Hakan, un americano trasferitosi a Londra per lavoro. Tra i due l’attrazione sarà fortissima, ma la loro storia sarà tutt’altro che scontata.

Nenèss è un personaggio fuori dagli schemi, una donna descritta in tutta la sua complessità di essere umano, con i suoi pregi e i suoi difetti. Dire che l’ho amata è poco. Mi ha tenuto compagnia per qualche giorno, è diventata come un’amica, allo stesso tempo fragile e fortissima.

Oltre a Nena, c’è un’altra protagonista: Londra. L’autrice ci conduce in un viaggio immaginario tra i suoi luoghi più belli, facendoci sognare ad occhi aperti.

Questo libro è stato una boccata d’aria fresca, ma è riuscito, allo stesso tempo, a farmi riflettere. La felicità non ha né forma né colore, non esitono canoni che la regolino.

Come dice la stessa autrice: c’è un mondo che ti sta aspettando. Non perderti, non piangerti addosso, non dimenticarti chi sei.

Vi consiglio questo libro con tutto il cuore. Amerete perdervi nella vita imperfettamente perfetta di Nenèss, il suo amore per i vini e la sua incasinata vita amorosa.

Il mio voto: 9,5/10

Recensione:Redeem di Nancy Ward

Prezzo kindle: 2,99 €

Trama:

Jennifer Waire, è una donna indipendente, sicura di sè, che non si lascia travolgere dalle emozioni, anzi, preferisce tenersi alla larga dagli uomini, specialmente da uno: David Balistreri. Un uomo che, proprio l’anno precedente, l’ha rifiutata al primo appuntamento.
Pur di averlo lontano da lei, Jen stringerà un patto: deve fingersi la sua fidanzata in Italia e reggere il gioco, in cambio chiederà di non rivedersi mai più.
David Balistreri è un uomo d’affari, dirigente della Technologies Industries insieme al suo caro amico Trevor Howard. Dopo un anno difficile, incontra nuovamente Jennifer, e sa bene, intravedendolo dai suoi occhi, che lei è ancora offesa da quella cena.
Due persone che vogliono sempre avere l’ultima parola l’uno sull’altro.
Lei non sopporta lui; lui non capisce lei.
Lei vuole solo portare a termine un affare di lavoro; lui, invece, un affare di famiglia.
Hanno poche cose in comune, ma una è ben chiara tra i due: nè Jen nè David vuole impegnarsi in una relazione; nessuno dei due vuole legami duraturi.

Recensione:

Oggi vi parlo di “Redeem” di Nancy Ward.

Ringrazio l’autrice per la fiducia riposta in me e per la disponibilità.

Prima di iniziare voglio fare una piccola premessa: quando ho aperto questo blog, mi sono ripromessa di essere sempre sincera. Questi libri hanno un costo e il mio compito è parlare con schiettezza dei prodotti. Non posso permettermi di consigliare ciò che non mi è piaciuto.

Ci tengo, tuttavia, a precisare che nessuna delle mie considerazioni è volta ad insultare l’autrice o a denigrare il suo lavoro, si tratta semplicemente della mia opinione.

Inizialmente la storia di Jennifer e David mi è sembrata carina, anche se un po’ comune. I due, dopo un primo appuntamento disastroso, si rincontrano per motivi lavorativi. Da questo momento in poi, la storia prende una piega decisamente irrealistica e stereotipata. Vi faccio un piccolo esempio per dare fondamento a quello che sto dicendo: David propone a Jennifer di andare in Italia con lui e di fingere di essere la sua fidanzata, i due l’indomani partono.

Io capisco che i romanzi rosa servano a far sognare, ma perdono di valore quando ad essere descritte sono situazioni eccessivamente irrealistiche.

Altra cosa che non mi è piaciuta è il fatto che Jennifer, precedentemente descritta come una donna forte e del passato difficile, dopo due giorni ceda alle avances di David, che dichiarava di odiare.

Inoltre il tutto è descritto in modo troppo veloce per i miei gusti. L’autrice non si sofferma particolarmente nel descrivere le situazioni, essendoci una prevalenza di dialoghi.

Il modo di scrivere di Nancy non è particolarmente scorrevole. La mia mente non ha fatto altro che pensare a quali parole sarebbe stato meglio sostituire.

Ovviamente ci sono anche degli aspetti che mi hanno colpita in positivo. Per esempio ho adorato il personaggio di Sophie, la migliore amica di Jennifer.

Mi sono piaciuti molto anche i parenti di David, con i loro modo di fare accogliente e caloroso.

Voglio evitare di spoilerarvi troppo, quindi mi fermo qui.

Io sono certa che l’autrice abbia messo impegno e passione in quest’opera. Purtroppo non sono riuscita ad apprezzare questo libro come mi aspettavo. Spero di non essere risultata irrispettosa nei suoi confronti. Ho scritto questa recensione con l’intenzione di essere utile, mostrando sia i punti di forza che i difetti di Redeem.

Il mio voto è: 5/10

Cover reveal: Corrispondenza imperfetta – Laura Nottari.

Buongiorno a tutti. Oggi sono qui per svelarvi la copertina di “Corrispondenza imperfetta” di Laura Nottari.

Il 14 aprile pubblicherò la recensione.

Titolo: “Corrispondenza Imperfetta”
Autore: Laura Nottari
Editore: Dri Editore
Genere: Regency
Formati disponibili: ebook 2.99/ cartaceo 12.99
Lancio: ufficiale 8 aprile (pre-order 4 aprile)

Cover:

“A proposito” disse Esmond accostandosi al suo fianco “gradirei incontrarvi di nuovo, insieme a vostra sorella. Stavolta senza Shakespeare di mezzo.”

Sinossi:
Sidmouth, Devonshire estate 1828
Venti anni di differenza, ceti sociali così diversi da far sembrare impossibile e inopportuno il sentimento che la giovane Edith Ellis proverà per lord Esmond, conte di Rovington. Una passione accesa dal primo incontro di sguardi e alimentata da una risonanza, un accordo che nessuno dei due, nonostante tutto, può negare di udire.
Se nemmeno i reciproci passati legati a doppio filo, gli errori, le imperfezioni e un’impossibile redenzione riescono a dividere due anime destinate a divenire una, cos’altro potrebbe mai impedir loro di rimanere unite?
Lontano da Londra, dai rigidi fili del ton, tra le scogliere, il mare e la natura del Devonshire, il maniero di Greyville è pronto ad accogliere i suoi ospiti.
L’autrice:
Dopo aver dimostrato abilità di penna nel districarsi tra i salti temporali con Away, Laura si cimenta, dopo nostra richiesta in un Regency. E anche qui riesce a creare dei personaggi indimenticabili.
Pensiamo questa sia l’ambientazione ideale per esaltare la sua non tanto sopita vena ironica e divertente.

A voi il giudizio!

La donna dei suoi sogni-Alice Gerini

Prezzo:10,40€

Trama:
Stefano è un barista di Senigallia, 26 anni già devoto al lavoro e agli amici. Abitudini, rituali giornalieri e una vita apparentemente tranquilla se non fosse per quella ragazza che quasi ogni notte va a fargli visita in sogno. Chi è? Perché la sogna? Esiste davvero o è solo un parto di una mente bisognosa d’amore? Stefano non ne ha idea fin quando un giorno Lei attraversa la soglia del bar in cui lavora. E la sua vita cambierà per sempre…

Recensione:

Oggi voglio parlarvi di un libro che mi è piaciuto moltissimo: “La donna dei suoi sogni ” di Alice Gerini.

Ci tengo a ringraziare la gentilissima autrice per la fiducia riposta in me e la disponibilità.

Stefano, il protagonista di questa storia, è un ragazzo molto giovane ma ricco di valori. Ha preso in carico un bar in onore di suo nonno e lavora duramente per tenere in vita il suo ricordo.

Le sue giornate sono scandite da una precisa routine: prepararsi, andare a trovare Gigi, uomo che tanto gli ricorda il defunto nonno, e andare a lavorare al bar.

Di notte, invece, i suoi sogni sono abitati da una donna meravigliosa, bella oltre ogni canone. Stefano non sa se si tratti di un miraggio o di una donna realmente incontrata.

Nella vitali reale, tuttavia, il nostro protagonista fa la conoscenza di Simona, giovane ragazza con la passione per la fotografia. Tra i due le cose iniziano a farsi interessanti, ma l’arrivo di Anita, la donna protagonista dei sogni di Stefano, a mischiare le carte in tavola.

La vicenda viene ambientata a Senigallia, amata città natale del protagonista. L’autrice, tuttavia, non si limita a descriverla, facendocela conoscere tramite il suo dialetto, la sua tradizione culinaria e i suoi luoghi più particolari.

Ho divorato questo libro in poche ore, non riuscivo a staccare gli occhi dalle pagine. Alice è riuscita a trasportarmi nella storia, grazie alla meticolosità delle sue descrizioni e la forte caratterizzazione di ogni personaggio.

Consiglio quest’opera a chiunque voglia leggere una storia d’amore avvincente e decisamente originale.

Il mio voto è 9/10

Eterno contrasto, perfetto incastro-Serafina Lomaisto

Prezzo: 9,90€

Trama:
Gaia è una diciottenne, prossima alla maturità, che conoscerà l’amore per caso e si ritroverà incastrata in questo sentimento dalle mille sfaccettature. Conoscerà il sapore dell’esser donna tra forza e fragilità, tra conoscenze e perdite, tra sconfitte e cambiamenti. Farà scelte dettate dalla paura di soffrire o far soffrire. Così, spesso, preferirà lasciar scorrere il tempo senza realmente viverlo, ma la vita non è una sprovveduta: offre nuove possibilità a chi sa coglierle.
In questo viaggio Gaia non sarà sola, anzi. Ci sarà chi cambierà con lei e si ritroverà ad essere causa e soluzione di queste scelte.

Recensione:

Ringrazio l’autrice per la fiducia riposta in me, mi ha fatto davvero piacere.

Voglio iniziare questa recensione presentando i personaggi principali di questo libro. Inizialmente facciamo la conoscenza di Gaia, una ragazza dal cuore d’oro e dallo straordinario talento per il disegno. Talvolta tende ad essere troppo buona, anche con coloro che non meriterebbero la sua gentilezza.

Gaia incontra Emiliano in una situazione decisamente spiacevole, infatti il ragazzo, sotto effetto dell’alcol, tenta di abusare di lei fermandosi prima di commettere il terribile atto.

Lui è vittima di un passato difficile, nonostante ciò non giustifichi assolutamente alcuni suoi atteggiamenti. Vive nella paura di diventare come suo padre, un uomo violento e privo di scrupoli.

La protagonista lo incontrerà di nuovo nello studio di tatuaggi dove ha trovato lavoro, ma le cose tra loro saranno tutt’altro che semplici.

Grazie al suo nuovo lavoro, Gaia fa la conoscenza di altri due ragazzi, Cristian e Massimo, entrambi dimostreranno affetto e protezione nei suoi confronti, ma con il primo la protagonista stringerà un legame speciale, in grado di farle tornare il sorriso.

Cristian, tuttavia, è uno degli amici più cari di Emiliano, lo considera un fratello.

Mi fermo qui, non voglio spoilerarvi troppo.

L’autrice non avrebbe potuto scegliere titolo più giusto. Il rapporto tra i personaggi alterna momenti di contrasto ad altri di forte coesione.

Ho immediatamente apprezzato il personaggio di Gaia, imperfettamente perfetta, così lontana dallo stereotipo di donna presentato in molte opere.

Il modo di scrivere di Serafina mi ha subito conquistata, lineare e scorrevole, adatto ad una lettura rilassante nonostante tratti tematiche molto difficili.

Non mi resta che fare i miei più sentiti complimenti all’autrice, augurandole il meritato successo e una carriera luminosa.

Consiglio vivamente questo libro a chiunque voglia affrontare tematiche davvero serie, pur facendolo in modo non troppo pesante.

Il mio voto è 7,5/10

A piccole dosi- Francesca Mileti

Prezzo: 14€

Editore: bookabook

Trama:
Da otto anni Amanda e Jordan, sottufficiale dell’esercito italiano, condividono un amore profondo, solido, ma frastagliato dalle intemperie della vita. Un giorno il gioco perverso di un destino beffardo fa vacillare le sue speranze, lasciando un vuoto incolmabile nella vita di Amanda, che deve scontrarsi con le sue paure più profonde e sfidare la vita a duello per non morire dentro. Grazie al sostegno della sua famiglia e delle sue amiche più fidate, Eloisa e Delia, ma anche grazie all’amore incondizionato di Jordan, Amanda riesce a ritrovare il sorriso e a portare a termine la specializzazione in Veterinaria. Ma la vita ha ancora in serbo delle sorprese inaspettate per lei: presto si ritrova a rivivere una situazione che la porta su una strada già dolorosamente percorsa. Che il destino abbia ancora voglia di infierire su di lei? O semplicemente le sta offrendo una seconda chance?

Recensione:

Vorrei dare inizio a questa recensione ringraziando Francesca Mileti per la fiducia riposta in me, nonostante io sia solo all’inizio di questa avventura. Questo gesto ha per me un valore inestimabile.

Sin dalle prime pagine, ho provato empatia per Amanda, la protagonista di questa storia, una ragazza forte e determinata, un’ottima amica sempre in grado di usare le parole giuste per confortare chi le sta attorno. Pagina dopo pagina entriamo nel suo mondo, fatto di Università, amicizie e una longeva storia d’amore, quella con Jordan. Il destino, tuttavia, non sembra voler essere particolarmente generoso con lei.

Jordan, infatti, è spesso lontano a causa del suo lavoro di sottufficiale nell’esercito italiano, ma il sentimento tra i due è più forte di ogni cosa, nonostante il loro cammino sia costellato di imprevisti.

Citazione:

Si chiese perché mai il destino ci trovasse gusto a manipolare la vita delle persone come fossero pedine su un tavolo da gioco. Poi guardò Jordan, al suo fianco, e pregò che quel destino, con lei, avesse finito di giocare.”

Questa storia d’amore trova una perfetta ambientazione nella città di Perugia, descritta come luogo del cuore, scrigno dei sentimenti e ricordi più belli.

Citazione:

Quella città era un richiamo continuo, un costante ritorno al loro io più profondo. Non ne comprendevano il perché, ma sapevano che, prima o poi, dovevano ritornarci.”

Ho divorato questo libro in due ore, è riuscito a catturare completamente la mia attenzione e curiosità. Mi sarebbe, tuttavia, piaciuto che l’autrice si dilungasse maggiormente, avendo uno stile così scorrevole e piacevole.

Oltre alla storia d’amore tra la protagonista e Jordan, sono rimasta affascinata dal rapporto di amicizia che la lega a Delia ed Eloisa, personaggi che le saranno di supporto nel corso del racconto.

Nel corso della storia Amanda è maturata, ha imparato a dare il giusto valore ad ogni cosa e ad essere grata per ciò che la circonda.

Ora mi fermo, non voglio spoilerarvi troppo.

Consiglio questo libro a chiunque voglia assaporare una storia d’amore e di coraggio, un inno alla resilienza.

Il mio voto è 7/10.

Prima di lasciarvi, voglio condividere con voi uno dei pensieri dell’autrice che più ho apprezzato:

“Non sempre ci viene offerta l’opportunità di essere felici ma, quando questo accade, dobbiamo goderne appieno, vivere intensamente quegli attimi fuggenti di felicità come se non esistesse un domani. Perché quel domani potrebbe arrivare prima del previsto e portare via con sé ogni spiraglio di luce. Perciò il segreto è vivere. Vivere intensamente ogni emozione che la vita ci regala. E Amanda, proprio lì, proprio in quel momento, lo stava facendo. Guardare la sua famiglia e le persone a lei più care, unite dall’amore e riunite per lei, era una scena a cui mai avrebbe potuto rinunciare. Il senso della vita era tutto lì. E quello ne era l’inno. “